fbpx
 

4 fattori da considerare per scegliere una meta per organizzare un viaggio con bambini piccoli

Vi piace viaggiare e avete dei bambini piccoli (fra i 2 e i 7 anni)?

La scelta della meta è fondamentale. 

In questo post vi parleremo dei fattori da tener presenti nella scelta!

Io ho sempre viaggiato e non mi sono mai preoccupata troppo delle condizioni igieniche, sanitarie e climatiche delle mie mete.

Quando abbiamo iniziato a viaggiare con il nostro bimbo però abbiamo dovuto per forza di cose restringere un po’ l’area delle mete adatte ad un bambino piccolo.

1 META SICURA

Il primo fattore, ed il più ovvio, è verificare se nel paese che vorremmo visitare sono in corso guerre, rivolte o periodi di particolare tensione sociale e politica.

Un ottimo sito che vi consiglio di controllare sempre prima di partire è quello del Ministero degli Esteri Viaggiare Sicuri  

Lì troverete indicazioni sulla situazione politica e sociale del paese che vi interessa. Ma non solo, troverete anche informazioni sulla situazione sanitaria e climatica, sulle vaccinazioni consigliate, sullo stato delle strade, su documenti e visti per entrare nel paese.

2 SITUAZIONE CLIMATICA

Non in tutti i luoghi è sicuro andare in ogni periodo dell’anno.

Per esempio è sempre bene informarsi su quali sono i periodi dei cicloni e degli uragani ai tropici. Ogni emisfero ha i suoi periodi, ve li elenco qui sommariamente, ma vi suggerisco sempre di controllare sulle guide e su Viaggiare Sicuri

Da gennaio a marzo: i cicloni si sviluppano nell’Oceano Pacifico meridionale. Mete da evitare quindi sono la Polinesia Francese, le Isole Cook, Australia e Nuova Zelanda

Da aprile a giugno: i cicloni si spostano nel Pacifico orientale ed occidentale e nell’Oceano Indiano. Mete da evitare: Filippine, Giappone, India e Seychelles.

Da luglio a settembre: é la stagione dei cicloni nell’Oceano Atlantico ed ai Caraibi e di nuovo nell’Oceano Pacifico settentrionale e nell’Oceano Indiano. Mete da evitare: Caraibi, Filippine, Giappone, Hawaii, India, Bangladesh

Da ottobre a novembre: i cicloni investono l’Oceano Atlantico, Pacifico e Indiano. Sconsigliate quindi quasi tutte le mete a parte Mauritius fino a metà novembre e Seychelles 

Dicembre: è un mese tranquillo da punto di vista ciclonico…. d’altronde si sa … Babbo Natale deve girare in tutto il mondo per i regali!!

3 SITUAZIONE SANITARIA E IGIENICA

Inutile dire che i paesi più poveri sono meno sicuri da punto di vista sanitario ed igienico.

Se volete recarvi in uno di questi stati vi consiglio di munirvi di una assicurazione sanitaria che copra le cure nelle cliniche private. Sottoscrivere un’assicurazione sanitaria in ogni caso è una buona abitudine qualunque sia la meta, se fuori Europa. All’estero spesso le spese mediche sono molto alte ed è meglio essere coperti.

Zone da evitare secondo noi … o comunque in cui prestare particolare attenzione se viaggiate con bambini piccoli che spinti dalla curiosità mettono le mani ovunque:

India, sud est asiatico, Africa centrale e meridionale.

Un altro fattore da tenere sempre in considerazione sono le vaccinazioni consigliate soprattutto nei paesi con più problemi igienici sopra citati. È sempre opportuno vaccinarsi contro epatite A, Tifo e Tetano.

Vi consiglio comunque di chiedere al vostro medico indicazioni.

In ogni caso evitate sempre e comunque di mangiare cibo non cotto o di bere acqua non in bottiglia.

Ci sono poi stati, soprattutto in Africa, in cui per accedere sono obbligatorie alcune vaccinazioni come la febbre gialla che sconsiglierei per un bambino piccolo.
Attenzione anche alle zone soggette a malaria durante l’estate.

Vi consigliamo questa compagnia assicurativa per i vostri viaggi… noi la usiamo sempre!

(se sottoscriverete l’assicurazione utilizzando questo link noi ricevermo una piccola percentuale senza gravare sulla spesa da voi sostenuta)

4 SITUAZIONE AMBIENTALE

Con dei bambini piccoli eviterei sicuramente situazioni di estremo calore, come i deserti in estate, o freddo, come l’estremo nord in inverno.
Da evitare anche zone in cui si possono incontrare animali feroci. Per esempio non porterei il nostro bimbo a fare un safari in Africa … oltretutto, attenzione! alcuni Lodge o parchi naturali non ammettono bambini sotto i 12 anni. Controllate sempre!

Eviterei anche zone in cui ci sono insetti o serpenti velenosi, come certe zone dell’Australia tropicale o foreste pluviali come l’Amazzonia.

Per concludere

 

I bambini sono in tutto il mondo, non esistono quindi luoghi inospitali per definizione. Certo è che i bambini nati e cresciuti in Italia hanno delle soglie di difesa più basse, non avendo mai dovuto affrontare situazioni di particolari pericoli come quelle sopra citate.

Il buon senso ed una corretta informazione vi guiderà sicuramente nella scelta della meta migliore per il vostro viaggio.

Non dimenticate in ogni caso che lo spirito di adattamento che i bambini svilupperanno viaggiando in luoghi diversi da quello in cui vivono li aiuterà a crescere più sicuri di sé e anche più svegli!

LEGGI ANCHE GLI ALTRI POST

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

SEGUICI ANCHE SU PINTEREST!

VUOI MANDARCI IL TUO RACCONTO DI VIAGGIO?

Scrivici >

AFFILIAZIONI

In questo sito, cliccando sui link che troverai, potrai acquistare su Amazon il prodotto di riferimento. Noi riceveremo una piccola commissione per i tuoi acquisti senza alcun sovrapprezzo per te.

 

No Comments

Post A Comment

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto