fbpx
 

Il Metodo Montessori: come funziona e come educare il potenziale umano

Ciao Mamma

A settembre il mio bimbo inizierà la Scuola Montessori.

Ti incuriosisce sapere come funziona il Metodo Montessori e cosa vuol dire?

Prima di decidere di iscrivere Ulisse mi sono naturalmente informata su Maria Montessori ed il suo metodo ed ho scritto questo articolo per raccontarlo anche a te!

Maria Montessori: chi era e cosa ha fatto

Maria Montessori, marchigiana nata nel 1870, è stata la terza donna italiana a laurearsi in medicina, specializzata in neuropsichiatria.

Lavorò presso la clinica psichiatrica dell’Università di Roma nel recupero dei bambini con problemi psichici.

La sua vita sentimentale è stata molto travagliata: ha dovuto rinunciare all’amore ed al figlio. 

Se vuoi saperne  di più leggi su Wikipedia a questo link >

Grazie all’esperienza maturata con risultati brillanti nell’educazione dei bambini con problemi psichici, nel 1904, apre il suo primo asilo vicino a Roma rivolto ai bambini cosiddetti normali.

Lo chiamerà “La casa dei Bambini”. Questo infatti è il nome che tuttora viene dato alle scuole materne che applicano integralmente il Metodo Montessori.

Da questo momento in poi, cioè quando nasce il Metodo Montessori, molte le pubblicazioni, le conferenze e i riconoscimenti del suo metodo, utilizzato ora in molte scuole in tutto il mondo.

Esistono infatti scuole che applicano il Metodo Montessori a partire dal Nido fino alle scuole superiori.

Come funziona la Scuola Montessori

Vorrai a questo punto sapere come funziona il Metodo Montessori.

Continua a leggere e te lo spiego.

Libertà ed indipendenza

Questi sono i due punti cardine dell’insegnamento sin dal Nido.

I bambini vengono stimolati a fare da soli: vestirsi, lavarsi, apparecchiare, pulire, sbucciare, mangiare. 

Il principio è che i bambini serviti ed aiutati in tutto non impareranno a fare da soli. 

Se lasciati liberi di provare e anche di aiutarsi fra di loro impareranno invece non solo ad essere indipendenti ma anche a socializzare fra di loro.

Questo per l’indipendenza.

E la libertà?

I bambini non vengono forzati ma solo stimolati. 

Per spirito di imitazione imparano ad essere indipendenti e a far parte del gruppo con gli altri bambini.

Quando siamo andati a visitare la scuola dove abbiamo iscritto Ulisse, ci hanno mostrato come scuola materna e scuola elementare siano nello stesso spazio e come i bambini possano passare da un ambiente all’altro liberamente.

Se Ulisse vorrà partecipare a delle attività previste per la scuola elementare, pur essendo iscritto all’ultimo anno di scuola materna, potrà farlo liberamente.

Altra applicazione di indipendenza e libertà è il ruolo dell’insegnante.

Come?

Il ruolo dell’insegnante e come si svolgono le lezioni

Nelle Scuole Montessori l’insegnate non sta in cattedra davanti alla classe di bambini costretti a stare seduti e fermi nei propri banchi.

Nelle Scuole Montessori avviene esattamente il contrario.

Gli spazi sono divisi secondo delle aree tematiche in cui si svolgono determinate attività, tutte liberamente accessibili.

In ogni area gli strumenti sono messi a disposizione dei bambini in mobili e scaffali alla loro altezza. 

Dei mobili e dei letti secondo il Metodo Montessori ti parlerò più avanti nell’articolo.

I bambini sono liberi di avvicinarsi ad un’area o ad uno strumento e l’insegnante deve essere prima di tutto un buon osservatore.

Se il bambino mostra interesse, per esempio, per la pittura con i pennelli e le tempere, l’insegnante di arte dovrà notare questo interesse e insegnare al bambino in poche e semplici parole o gesti come utilizzarli e poi lasciarlo libero di creare, provare, sperimentare.

Se il bambino non capisce come utilizzare un determinato strumento, l’insegnate non dovrà dirgli che ha sbagliato ma lasciare alla sua libertà la decisione di riprovare subito o in un altro momento.

Quando abbiamo visitato la scuola, abbiamo notato che sia nella scuola materna che in quella elementare c’erano piccoli gruppi di 3 o 4 bambini insieme agli insegnanti che lavoravano insieme a loro.

Questo è un altro punto fondamentale del Metodo Montessori:

Le lezioni sono individuali o quasi e non prevedono un ruolo superiore dell’insegnante, che si deve limitare ad osservare i bambini e ad insegnare loro con pochi e semplici gesti o parole come usare uno strumento.

Le materie

Nella Scuola Montessori i bambini impareranno a disegnare, leggere, scrivere e contare già alla scuola materna.

L’inglese viene insegnato sin dal nido.

Da subito i bambini imparano ad apparecchiare e riordinare.

Alla scuola elementare i campi di interesse si ampliano agli animali, le piante, l’Universo, la geografia, addirittura l’informatica ed il Coding

Sin dal nido ai bambini viene insegnato a prendersi cura di animali e piante, accudendo piccoli animali, come i pesciolini, e imparando a gestire un orto.

Anche la musica e l’attività fisica rivestono un aspetto fondamentale nelle Scuole Montessori.

I voti e lo zaino

La Scuola Montessori non dà voti, ma delle valutazioni generali del bambino.

Il premio ed il castigo infatti non sono parte del metodo.

Il bambino sceglie liberamente di imparare, non lo fa per ricevere un premio o per non essere castigato.

I bambini della Scuola Montessori alle elementari non hanno libri. Gli strumenti vengono forniti dalla scuola attraverso materiali propri e reali.

In che senso?

Per esempio quando studiano gli alberi possono farlo direttamente su dei pezzi di tronco dove osservare come un albero è strutturato.

Gli strumenti della Scuola Montessori

Gli strumenti corrispondono spesso ai giochi.

I giochi sono di solito in legno o carta e devono stimolare il bambino ad esercitarsi.

Il gioco più utilizzato è il cubo di legno con dei fori di diverse forme e dimensioni ed i corrispondenti blocchi di legno da inserire.

Il bambino giocherà con il cubo e dovrà capire da solo come inserire i blocchi nei giusti fori sia per dimensione che per forma.

Lo stesso principio vale per gli altri giochi ispirati al Metodo Montessori

Dove acquistare i giochi Montessori?

Ecco qualche link ai prodotti in vendita su Amazon 

I mobili e il lettino Montessori

Tutti i mobili

  • Scaffali
  • Librerie
  • Sedie
  • Tavoli
Devono essere alla portata dei bambini e quindi della loro misura.

Il bambino deve sempre sentirsi a suo agio nello spazio e avere ogni oggetto a portata di mano.

Lo stesso vale per il lettino Montessori. 

Il letto deve essere basso in modo che il bambino possa salire e scendere agilmente e senza bisogno di aiuto.

Tutto questo per sviluppare indipendenza ed educare alla libertà
Dove acquistare il lettino Montessori?

Ecco alcuni lettini in vendita su Amazon

Perché il Metodo Montessori

Noi siamo rimasti conquistati dall’ambiente che abbiamo osservato nella scuola in cui abbiamo iscritto Ulisse.

Il fatto che il bambino non sia costretto a subire una lezione dall’insegnante anche se non ne ha voglia, ma che venga incuriosito e stimolato a farlo scegliendolo liberamente ci piace moltissimo.

Crediamo che in questo modo quello che Ulisse imparerà non lo dimenticherà mai, come succede con quello che veramente ci appassiona e conquista.

Dove studiare secondo il Metodo Montessori

Alcune scuole applicano in parte il Metodo Montessori.

Le scuole che invece applicano integralmente il Metodo devono far parte dell’Opera Nazionale Montessori.

PUOI TROVARE IL SITO DELL’OPERA NAZIONALE MONTESSORI A QUESTO LINK >

Libri sul Metodo Montessori

Ecco una scelta dei libri sul metodo in vendita su Amazon.

Educare alla libertà è quello che ho letto per informami.

Ti suggerisco anche altri libri sull’educazione secondo il Metodo Montessori a casa in famiglia.

LEGGI ANCHE GLI ALTRI POST

SEGUI LA NOSTRA PAGINA FACEBOOK!

SEGUICI ANCHE SU PINTEREST!

VUOI MANDARCI IL TUO RACCONTO DI VIAGGIO?

Scrivici >

AFFILIAZIONI

In questo sito, cliccando sui link che troverai, potrai acquistare su Amazon il prodotto di riferimento. Noi riceveremo una piccola commissione per i tuoi acquisti senza alcun sovrapprezzo per te.

 

No Comments

Post A Comment

* Questa casella GDPR è richiesta

*

Accetto